Il lavoro nei vigneti

Numerosi interventi, cure e attenzioni caratterizzano il lavoro dei viticoltori nel corso dell'anno
 
 
Vigneti: lavoro manuale e cura del paesaggio
Ancora oggi, il lavoro dei viticoltori sui ripidi pendii e sulle terrazze è prevalentemente realizzato a mano: una costante cura dei vitigni e metodi di coltivazione ecologica, che contribuiscono alla tutela del paesaggio. Ecco perché, spesso, gli agricoltori si considerano amorevoli giardinieri della natura, i cui piccoli vigneti dell’area cittadina di Merano, lungo i pendii dei Comuni limitrofi e soprattutto in Val Venosta mettono in risalto il fascino di questa regione.

Il lavoro manuale realizzato nei vigneti è un dialogo costante con la natura, durante tutto l’arco dell’anno. Nei mesi invernali ha luogo la potatura delle viti con il successivo fissaggio ai cordoni, mentre in primavera e in estate vengono effettuati gli interventi sul verde, con cui gli agricoltori rimuovono i germogli sterili e le foglie in eccesso, per consentire ai raggi del sole di raggiungere tutti gli acini. L’intero vigneto viene controllato con perizia, grappolo dopo grappolo, riducendo spesso e drasticamente la quantità di uva durante le fasi vegetative. Da metà settembre a metà ottobre, finalmente, è il momento di raccogliere i “frutti” di questo lavoro, in occasione di quella che noi chiamiamo “Wimmen”, la vendemmia (“Weinlese” in tedesco). Successivamente, gli agricoltori consegnano l’uva all’enologo, che porta a termine il loro operato all’interno della cantina. Il ciclo annuo del vigneto termina, infine, con la successiva potatura invernale e la manutenzione dei sostegni lungo cui si arrampicano le viti.

> Alla cantina vini
> All’assortimento della Cantina Vini Merano
 
 Vai alla lista 
 
 
 

 
 
produced by Zeppelin Group – Internet Marketing © 2017 cantina merano burggräfler Soc. Agr. Coop.. Part. IVA 00126570217 . Tel. 0473 447137 . . Colophon . Sitemap